Carlos Sainz racconta il mito di Michael Schumacher

carlos sainz primo piano sorridente

Il 29 dicembre 2013 Michael Schumacher cadeva sulla neve, quell’incidente gli è costato lesioni da cui non si è mai ripreso. Il sette volte Campione del mondo, però, non è mai stato dimenticato dalla Ferrari divenendo una leggenda. Carlos Sainz racconta di quanto Schumacher sia ancora presente nel team, ad anni dall’incidente e di quanto sia per lui un mito a cui aspirare ed ispirarsi.

Le bellissime parole di Carlos Sainz per Schumacher

In occasione di un’intervista del Corriere della Sera, Carlos Sainz parla del ricordo di Schumacher in Ferrari. Il campione dichiara: “Da quando sono in Ferrari ascolto molte storie che riguardano Michael Schumacher – racconta il 27enne pilota della rossa al Corriere della Sera – È un uomo che avrei voluto conoscere, avere come compagno, per capire come riusciva ad essere così speciale.

Ogni meccanico parla di lui ed è bello ascoltare come fu in grado di conquistare un intero gruppo, di trascinarlo, circondato da stima e affetto“.

Per il giovane pilota, dunque, il sette volte Campione del mondo è un esempio da seguire, un mito a cui aspirare per migliorarsi sempre di più.

Carlos Sainz e la volontà di rimanere in Ferrari

Il pilota, coglie poi l’occasione per spiegare quanto si sia trovato bene con il team “cavallino” e quanto sia forte la sua voglia di continuare il suo percorso al suo interno.

Carlos Sainz dichiara di voler rinnovare il contratto con Ferrari il prima possibile e dichiara: “Diventare campione del mondo con la Ferrari è la mia ambizione massima“.

Sainz, dunque, sembra voler davvero percorrere le orme di Schumacher rinnovando la fiducia e la collaborazione con Ferrari e la sua squadra.

Leggi anche:

Carlos Sainz e Charles Leclerc: le prime parole dopo i test di Fiorano

Hamilton, Schumacher, Senna: campioni protagonisti di spot pubblicitari

Michael Schumacher: le ombre sulla carriera del campione F1

Pubblicità

Potrebbe interessarti